Informazioni

ALBINO CARBOGNANI – mi sono laureato in Fisica con il massimo dei voti all’Università di Parma nel 1994 e ho conseguito il dottorato in fisica del plasma nel 1998. Dopo alcuni anni passati a fare l’insegnate di fisica e informatica nei Licei di Parma, da settembre 2007 fino ad agosto 2019 sono stato astronomo all’Osservatorio Astronomico della Regione Autonoma della Valle d’Aosta (OAVdA). In OAVdA mi sono occupato di osservazioni astrometriche e fotometriche BVR di asteroidi main-belt, Troiani e near-Earth. In particolare mi interessavano gli oggetti “large super-fast rotator”, la presenza della “spin – barrier” fra i main-belt e le sue violazioni.
Nel 2007 ho scoperto due nuovi asteroidi di fascia principale (2007 RT6 e 2007 SB1), e ne ho ritrovato un terzo andato precedentemente perduto (2007 XE18). L’asteroide 2007 RT6 ora è noto come (335853) Valléedaoste.
Fra il 2010 e il 2011 ho lavorato per alcuni mesi all’Osservatorio Astronomico della Costa Azzurra (OCA), occupandomi dei modelli ellissoidali degli asteroidi ottenibili con i dati fotometrici sparsi raccolti dalla missione spaziale Gaia dell’ESA. Per il lavoro sugli asteroidi near-Earth, nel 2013 ho vinto lo Shoemaker NEO Grant della Planetary Society.
Attualmente sono ricercatore dell’INAF-Osservatorio di Astrofisica e Scienza dello Spazio di Bologna (INAF-OAS) per un progetto sul monitoraggio di satelliti e space debris con osservazioni ottiche dal suolo nell’abito del consorzio europeo EUSST. Collaboro inoltre con l’INAF – Osservatorio Astrofisico di Torino al Progetto PRISMA, la prima rete nazionale di camere all-sky per il monitoraggio dei bolidi e il recupero delle eventuali meteoriti al suolo. Per PRISMA ho sviluppato il software riguardante l’analisi fisica dei bolidi, la triangolazione della traiettoria e il calcolo dell’orbita eliocentrica che ha portato al recupero della meteorite “Cavezzo” nel gennaio 2020. Per il lavoro sugli asteroidi nel 2021 mi è stato dedicato l’asteroide 27269 Albinocarbognani (2000 AB3).
Sono autore o coautore di diverse decine di pubblicazioni su riviste scientifiche internazionali e di oltre un centinaio d’articoli astronomici su quelle che erano le principali riviste divulgative italiane, “Coelum”, “Nuovo Orione”, “Le Stelle”. Sui corpi minori, con Luigi Foschini, ho scritto il libro “Meteore – dalle stelle cadenti alla catastrofe di Tunguska” (CUEN, 1999), mentre con Alberto Cellino, Mario Di Martino, Giovanni De Sanctis e Vincenzo Zappalà ho scritto il volume “Il Rischio Asteroidi – Valutazioni scientifiche e misure preventive” (seconda edizione, 2005), pubblicato dalla protezione civile della Regione Piemonte. Nel 2014 ho pubblicato il libro “Un cielo pieno di comete” (Gruppo B editore), nel 2021 ho scritto il manuale di astronomia “Ai confini della Via Lattea” (in riga edizioni) e nel 2022 il libro sugli asteroidi near-Earth “L’asteroide di Sodoma e Gomorra” (in riga edizioni).

COPYRIGHT (C) 2017-2022

Asteroidi e dintorni tutti i diritti riservati. Vietata la copia anche parziale. Ogni abuso derivante dal plagio, dalla contraffazione, dalla copiatura, dalla distribuzione, dalla commercializzazione del materiale, lo sfruttamento economico o pubblicitario dei contenuti del blog sarà perseguibile civilmente e penalmente.