Un altro asteroide con la coda: 2005 QN173

A pochi anni di distanza dalla scoperta fortuita dell’attività dell’asteroide (6478) Gault, un altro asteroide è diventato attivo, sviluppando una coda di polveri molto simile a quella che mostrava Gault nel 2019: (248370) 2005 QN173. Si tratta di un asteroide main belt di circa 3-4 km di diametro scoperto da monte Palomar il 29 agosto 2005 che si muove su un’orbita eliocentrica avente un semiasse maggiore di 3,06 AU con il piano orbitale giacente praticamente sull’Eclittica (i =0,067°).

L’orbita di 2005 QN173 ha un’eccentricità moderata (e = 0,226), quindi al perielio l’asteroide passa a 2,37 AU dal Sole, mentre all’afelio arriva a 3,76 AU. In pratica 2005 QN173 – mentre si muove attorno al Sole – attraversa quasi tutta la main belt, impiegando 5,37 anni per compiere un intero giro. Questa non trascurabile variazione della distanza eliocentrica fa sì che la temperatura sulla superficie dell’asteroide cambi di un fattore 2,5.

L’attività di 2005 QN173 è stata scoperta sulle immagini riprese fra il 7 e l’8 luglio 2021 dalla survey ATLAS (Asteroid Terrestrial-Impact Last Alert System), di cui abbiamo già parlato nel blog. All’epoca della scoperta l’asteroide mostrava una coda lunga circa 7,6 minuti d’arco all’angolo di posizione 245°. Su immagini riprese da ATLAS il 27 giugno 2021 non c’era traccia di coda, quindi l’asteroide deve essersi attivato fra fine giugno e inizio luglio. Non è ancora nota la storia dell’attività di 2005 QN173 che si potrà ricostruire andando ad analizzare le immagini d’archivio, ma si può notare che l’attivazione si è avuta subito dopo il passaggio al perielio, avvenuto il 14 maggio 2021: è possibile che il calore accumulato dalla superficie dell’asteroide abbia raggiunto una riserva di elementi volatili presenti a poca profondità e che la sublimazione abbia espulso le polveri superficiali formando la chioma e la coda osservabili.

Se questo scenario verrà confermato, quella di 2005 QN173 sarebbe un’attività molto diversa da quella dell’asteroide Gault che, invece, è distribuita lungo tutta l’orbita ed è dovuta alla disgregazione rotazionale dell’asteroide: avendo un periodo di rotazione di 2,5 ore si trova al limite della spin-barrier.

Come è già successo con Gault, la chioma di polvere che circonda 2005 QN173 impedisce sudi approfonditi sulla superficie dell’asteroide, così come la determinazione del suo periodo di rotazione. Al momento (settembre 2021), l’asteroide risulta ancora attivo, con una lunga e sottile coda di polveri che si estende per circa 8 primi d’arco: non è chiaro quando l’attività potrà cessare, ma sicuramente 2005 QN173 è un asteroide da seguire con attenzione.

Figura 1 – Immagine RGB dell’asteroide attivo 2005 QN173 ripreso all’alba del 9 settembre 2021 dalla Stazione osservativa di Loiano dell’INAF-OAS. L’asteroide, di mag +18.5 in R, mostra una coda con una lunghezza di circa 8 primi d’arco, all’angolo di posizione 246° (A. Carbognani/INAF-OAS).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...