The spin-barrier ratio for S and C-type main asteroids belt

Gli asteroidi di dimensioni superiori a 0.15 km generalmente non hanno periodi di rotazione al di sotto delle 2.2 ore, un limite noto come “cohesionless spin-barrier”. La presenza di questa barriera può essere spiegata tramite un modello a “rubble-pile” dell’asteroide.
In questo articolo esploro la possibilità che il valore osservato per la spin-barrier sia diverso per gli asteroidi main-belt (MBA) di tipo C e quelli di tipo S. Sulla base dei valori di densità conosciuti, il rapporto previsto tra i periodi di rotazione è Pc/Ps ≈ 1.4 ± 0.3. Utilizzando i dati disponibili sui periodi contenuti nel LightCurve Data Base (LCDB) si trova che, per quanto riguarda i valori medi di spin-barrier e per gli asteroidi nel range di dimensioni 4-20 km, c’è una piccola differenza tra le due popolazioni di asteroidi, con un rapporto Pc/Ps ≈ 1.20 ± 0.04. Le incertezze sono ancora elevate, soprattutto a causa del piccolo numero di MBA con classe tassonomica conosciuta nell’intervallo considerato.
Nel range 4-10 km, invece, il rapporto tra le spin-barrier tende ad essere più vicino a 1, si trova infatti Pc/Ps ≈ 1.11 ± 0.05. Questo comportamento potrebbe essere una conseguenza diretta di una diversa coesione interna per gli asteroidi tipo C e S di cui si può stimare il rapporto.

Il pdf completo del paper “The spin-barrier ratio for S and C-type main asteroids belt” può essere scaricato dal sito di “Planetary and Space Science” entro il 5 dicembre 2017.